Elenco errori nelle relazioni di coppia

Inserisco un articolo integrativo rispetto a quelli su fitness e nutrizione.

Ho trovato su Quora un interessante elenco di errori/spunti di riflessione nei comportamenti di coppia, che ho rielaborato come segue:

  • “Non c’è la giusta reciprocità, quello che da di meno si sente sopraffatto/dipendente e sviluppa comportamenti parassitari  passivo-aggressivi che destabilizzano il più forte in buona fede;
  • Nel caso di relazioni a distanza, si litiga attraverso i messaggi, invece che fare lo “sforzo” di incontrarsi e discutere;
  • Le discussioni diventano un braccio di ferro: si pensa principalmente al proprio orgoglio e nessuno è disposto a fare un passo indietro;
  • Si è eccessivamente gelosi e possessivi, condizionando le piccole routine quotidiane, che di solito danno stabilità;
  • Si evitano le discussioni più pesanti per quieto vivere;
  • Non si condividono i problemi di lavoro e colleghi o altro;
  • Si evita di parlare del futuro di coppia;
  • Si nutre il sentimento e si porta pazienza, sperando che il proprio partner un giorno possa cambiare come desiderato da noi;
  • Si rinfacciano gli errori del proprio partner;
  • Si cercano continue conferme sull’amore che prova l’altro (facendo domande o test);
  • Si giudica il passato del proprio partner”

Aggiungo:

  • Si colpisce il partner nei punti deboli invece che sostenerlo; (tendenza comune a molti di approfittarsi del rapporto intimo per prevaricare o affermare se stessi sull’altro, anche nella forma di ricatto emotivo).

Ritengo particolarmente valido:

  • Non parlare del futuro della coppia (chiaro segnale di debolezza e insicurezza reciproca anche quando la relazione va bene) nascondendosi dietro frasi come “viviamo alla giornata, confermiamo il nostro amore tutti i giorni”. Tutto si vive alla giornata. Sempre. 

Per gli altri punti, occorre fermarsi a rileggerli con calma e cercare di riparare dove possibile. 

Io ho vissuto tutte queste situazioni. Sono rimasto single, rendendomi semplicemente conto che non si poteva parlare di futuro.


Leave a Reply